FMPI HA ADERITO ALL' ACCORDO DELLA REGIONE CAMPANIA PER LA CASSA INTEGRAZIONE

La Federazione Medie e Piccole Imprese ha aderito all’Accordo Quadro per il riconoscimento dei trattamenti di cassa integrazione salariale in deroga ex art. 22 del decreto legge 17 marzo 2020, n. 18 - protocollo n.550 del 19 marzo 2020 - stipulato tra la Regione Campania, INPS e le organizzazioni sindacali e datoriali comparativamente più rappresentative a livello nazionale in attuazione di quanto previsto dall’art. 22 del DL N.18 del 17 marzo 2020 ed è finalizzato a fronteggiare gli effetti negativi per imprese che occupano piu’ di 5 lavoratori determinati dalla grave situazione di emergenza sanitaria che ha investito il Paese per effetto della diffusione della epidemia da COVID-19.

L’Accordo precisa che il trattamento di integrazione salariale, CIG in deroga, può essere riconosciuto ai datori di lavoro del settore privato, ivi inclusi quelli agricoli, della pesca e del terzo settore compresi gli enti religiosi civilmente riconosciuti, per i quali non trovino applicazione le tutele previste dalle vigenti disposizioni in materia di sospensione o riduzione di orario, in costanza di rapporto di lavoro, per la durata della sospensione del rapporto e comunque per una durata non superiore a nove settimane, limitatamente ai lavoratori in forza alla data del 23 febbraio 2020.

I datori di lavoro privati che hanno diritto ad accedere alla CIG in deroga sono quelli per i quali non trovano applicazione le tutele previste in materia di ammortizzatori sociali previsti dal D.Lgs. n. 148/2015 (Cigo, Cigs, Fis e Fondi di solidarietà) nonché dalle norme del Decreto Legge 17 marzo 2020, n. 18, limitatamente ai casi di accertato pregiudizio in conseguenza dei provvedimenti connessi all'emergenza epidemiologica da COVID-19.

La verifica preventiva dei requisiti e delle condizioni di accesso a tali ammortizzatori sociali è responsabilità esclusiva del datore di lavoro.

F.M.P.I. è pronta ad affiancare e supportare i datori di lavoro nel curare l’accesso alla CIG.

Scarica l'Accordo