Centro studi

Industria 4.0

Il mondo del lavoro è in continua evoluzione.

 L’industria 4.0 è sicuramente la scommessa del nuovo mercato del lavoro. Con tale accezione si intende quel processo di digitalizzazione e informatizzazione che ha, inevitabilmente coinvolto le imprese del nuovo millennio.

Le competenze richieste dai moderni processi produttivi sono radicalmente nuove e di difficile reperimento nell’attuale mercato del lavoro.

Nel 2019 il Governo Nazionale ha confermato gli incentivi fiscali previsti dal Credito d’imposta 4.0.

Si tratta, dunque, di una misura volta a sostenere ed incentivare  le aziende che intendono procedere alla formazione e all’aggiornamento professionale dei propri dipendenti.

Tali misure saranno rivolte all’ acquisizione delle competenze nei seguenti settori:

big data e analisi dei dati; realtà virtuale e sistemi di visualizzazione e realtà aumentata; cloud e fog computing; protopinazione rapida; cyber security manifattura additiva; robotica avanzata e collaborativa ; interfaccia uomo macchina; integrazione digitale dei processi aziendali, internet delle cose e delle macchine; simulazione e sistemi cyber-fisici.

Insomma, una sfida affascinante che ci proietta ad un immediato futuro.

Lo smart working sempre più diffuso

Il lavoro agile, o smart working, disciplinato dalla L. 22 maggio 2017 n.81, ha lo scopo di agevolare la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, attraverso accordo scritto tra le parti senza precisi vincoli di orario o di luogo di lavoro, con il possibile utilizzo di strumenti tecnologici per lo svolgimento dell’attività lavorativa. continua a leggere

L’appartenenza ad una religione come requisito per l’assunzione.

La direttiva 2000/78/CE, stabilisce un quadro generale per la lotta alle discriminazioni fondate sulla religione, gli handicap, l’età e le tendenze sessuali, per quanto riguarda l’occupazione e le condizioni di lavoro, al fine di rendere effettivo negli Stati membri il principio della parità di trattamento. continua a leggere

Infortunio sul lavoro

L’assicurazione obbligatoria Inail copre ogni incidente avvenuto per “causa violenta in occasione di lavoro” dal quale derivi la morte, l’inabilità permanente o l’inabilità assoluta temporanea per più di tre giorni. Si differenzia dalla malattia professionale poiché l’evento scatenante è improvviso e violento, mentre nel primo caso le cause sono lente e diluite nel tempo. continua a leggere