Convegno: "Contratti gialli o Regole ingiallite?"

I temi della democrazia nel campo delle relazioni industriali, all’interno della quale si colloca la “questione” della partecipazione dei lavoratori alla gestione dell’impresa, hanno da sempre interessato gli studiosi. Anche in Italia si è avuta una produzione scientifica significativa.
La "democrazia industriale", può essere raggiunta, in concreto, come esito di un accordo con i rappresentanti dei lavoratori in azienda, con un vero accordo sindacale, preceduto da una trattativa e anche da un conflitto, oppure con un intervento normativo che preveda una procedura o un organo in cui i lavoratori possono esprimere la loro decisione con il voto e con poteri deliberativi, oppure ancora con la creazione di organismi in cui i lavoratori possono esprimere un parere, che, a sua volta, può essere vincolante o no, ovvero controllare l’attività di impresa e in cui possono essere previsti diversi modi di intervento.
Essa, caratterizzata dalla presenza dei lavoratori o dei loro rappresentanti all’interno degli organi istituzionali, è individuata spesso come cogestione, con riferimento esemplificativo alla tradizione giuridica tedesca, ma si può esprimere anche attraverso il riconoscimento di diritti e procedure di informazione e consultazione.
Di questi temi ed altro, se ne parlerà nel Convegno del 16 gennaio alle ore 15:00 presso la Camera di Commercio di Napoli (Piazza G. Bovio di Napoli). Dopo i saluti del Presidente della CCIAA Ciro Fiola, interverranno il rappresentante della ULSSA Luigi Riccardi e il Presidente della Federazione Medie e Piccole Imprese Antonella Terranova. Relatori l'On. Claudio Durigon. l'On. Andrea Giaccone, l'On. Walter Rizzetto, il Direttore Generale dell'INPS Gabriella Di Michele, il giuslavorista Giuseppe Fontanarosa, il Presidente COnapi Basilio Minichiello, il Segretario Genarale Cnal Salvatore Ronghi, il Vicedirettore di nuove Socialità Gabriella Peluso.