PROTOCOLLO SULLA SICUREZZA DEL LAVORO

Il giorno 14 marzo 2020 è stato sottoscritto dal Governo e dalla Parti sociali un protocollo teso alla regolamentazione delle misure finalizzate al contenimento della diffusione del COVID -19, più conosciuto come “Coronavirus”.

È opportuno precisare che con gli impegni che le parti hanno assunto con la sottoscrizione del protocollo   coloro ricoprono ruoli o incarichi ai sensi della normativa di riferimento, il D.LGS 81/08, come ad esempio il RSPP o l’ASPP, il Medico Competente, il RLS, devono farsi carico in modo attivo della gestione di questa emergenza sanitaria che tocca l’intero territorio nazionale nel fare proposte, nel predisporre informative, nel revisionare i documenti relativi alla sicurezza sui luoghi di lavoro (DVR, DUVRI e Piani di Emergenza) con particolare attenzione alla fornitura ed alla gestione dei DPI, nel rivedere il piano formativo dell’azienda, nell’aggiornare, qualora fosse necessario, il piano di addestramento alla sicurezza e di prendere tutte le misure di prevenzione e precauzione atte a mitigare gli effetti dell’emergenza sanitaria attuale.

Il protocollo, oltre al tema della sicurezza sui luoghi di lavoro, riserva grande attenzione all’utilizzo dello strumento dello smart working o lavoro agile per le attività che possono essere svolte al domicilio del lavoratore o a distanza.

Infine il Protocollo consiglia, eventualmente, la sospensione delle attività dei reparti aziendali non indispensabili alla produzione e utilizzo degli istituti contrattuali delle ferie e dei congedi retribuiti per i lavoratori.

L’ emergenza legata al propagarsi del COVID-19 non rappresenta l’occasione per derogare alle norme sulla salute e sulla sicurezza dei luoghi di lavoro, anzi è esattamente il contrario. Il tempo buio che il Paese vive può essere superato solo se si assume come priorità della gestione aziendale proprio la salvaguardia della salute e della sicurezza di tutti, a cominciare da lavoratori.

FMPI, consapevole che la salute e la sicurezza dei luoghi di lavoro sono valori fondamentali della comunità nazionale, è pronta ad offrire il proprio supporto, sindacale e professionale, al mondo delle imprese al fine di agevolarle per una corretta applicazione del Protocollo sottoscritto.