Fondo di Solidarietà bilaterale dell’artigiano: regolarizzazione contributiva in 36 rate

I datori di lavoro artigiani possono presentare domanda di accesso all’assegno ordinario del Fondo di solidarietà bilaterale dell’artigianato anche in assenza di regolarità contributiva purchè procedano alla regolarizzazione del debito in 36 rate a decorrere dal 1° gennaio 2021 sino al 31 dicembre 2023 secondo il modello informatico che verrà introdotto nei giorni prossimi. E’ quanto dispone FSBA con l’attesa delibera prot. n. 3/2020 dell’8 aprile 2020. La contribuzione da versare è pari allo 0,60% da calcolarsi sulla retribuzione imponibile annuale per i fini previdenziali di ciascun dipendente, moltiplicato per 3 annualità.

È stato previsto una regolarizzazione agevolata per i contributi dovuti al Fondo di solidarietà bilaterale dell’artigianato. Il Consiglio Direttivo FSBA, con delibera prot. n 3/2020 dell’8 aprile 2020 , ha previsto infatti che i datori di lavoro artigiani con riferimento al triennio precedente, inizieranno a versare quanto dovuto a far data dal giorno 1° gennaio 2021 sino al 31 dicembre 2023 (in 36 rate) e che la Piattaforma FSBA contenga i moduli e le domande per regolarizzare la propria posizione, tenendo presente che anche per i datori di lavoro artigiani non regolari sopra richiamati, è già possibile presentare le domande per prestazioni COVID-19 dal giorno 1° aprile.

a cura Avv. Marco Romano - Studio Legale Fontanarosa & Associati